immagine:archivio

WWW.SITICAGLIARI.IT

immagine:archivio

LE AZIENDE 

INFORMANO

Pagina iniziale

Ricerca per Categorie

Ricerca per

argomenti

Commenti e 

giudizi

Inserisci il tuo sito

Obiettivi del sito

Scrivi al Webmaster

QUI'  TROVERAI TUTTE LE NOTIZIE DI INTERESSE GENERALE CHE LE AZIENDE, ASSOCIAZIONI OD ENTI VORRANNO METTERE A DISPOSIZIONE DEI VISITATORI DI  "SITICAGLIARI.IT" 

SITICAGLIARI.IT RACCOGLIE I SITI DELLE AZIENDE,  ASSOCIAZIONI E SERVIZI 

DELLA PROVINCIA DI CAGLIARI ORDINATI PER CATEGORIE O ARGOMENTI

i F’ARTISTI

 

presentano

F’ART…

soprattutto non è arte!

Mini-cosa polemista contro la noia cittadina

 


 

 

 

 

 

18-25 GIUGNO 2005

GALLERIA D’ARTE ARCIVERNICE

Via Baylle 115, Cagliari

 

Inaugurazione sabato 18 giugno 2005 ore 18.30

In mostra:

 

piano terra

 

SKETCHBOOK MANIA - MOLESKINE DAL MONDO

A cura di Giorgia Atzeni

 

Albin Christen (Losanna); Lori Joy Smith (Vancouver - British Columbia - Canada); Chiara Dattola (Varese - MI); Paolo Deandrea (Agrate Conturbia, Novara); Valeria Brancaforte (Milanese, vive a Barcellona); Stefania Garuti (Bologna); Matthew Lee (Londra); Amanda Walujo (nata a Jakarta di origine Chinese-Indonesian, vive a New York); Darcy Muenchrath  (Toronto); Malmostosa & Mad (Torino); Oscar Julve (Barcellona); Alberto Ruggieri (Roma); Matthew Curry (Washington DC); Jess Wilks (San Francisco, California); David Miller (Los Angeles, lavora a New York); Luca Merendi (Milano); Tacaco Matsuoca (Osaka city, Japan); Penelope Dullaghan (Indianapolis, Indiana); Eva Rasano, Paolo Carta, Ignazio Fulghesu, Giorgio Plaisant, Giorgia Atzeni, Francesco Sogos, Simone Cantarelli, Vinicio Tedde (Cagliari)

 

primo piano

 

Mostre e… mostri

Scanner grafica

Ezra Kochka, Giorgio Plaisant

 

ART entertainment 18–23-24-25 giugno 2005 ore 21.15 e in diretta su internet (www.arcivernice.com)

 

Compagnia Lucido Sottile

[Romina Melis, Ombretta Pisanu, Franco Casu, Cristiana Bosoni;

coreografie di Tiziana Troja e Michela Sale Musio]

Stefano Raccis

Angelo Zedda

Niko Muzakas

Maurizio Rocca (P) - Massimo Atzeni (P)

Giorgia Atzeni

Giorgio Plaisant

Video Art:

Ezra Kochka  

 

VideoARTstory Tutti i giorni ore 18.30 21.00

 

Allestimento: poliARTstudio Gianni Atzeni

La Galleria resterà aperta tutti i giorni dalle 18.30 in poi

 

--------------------------------------------------presentazione---------------------------

 

Dal 18 al 25 giugno 2005 gli spazi espositivi dell’Arcivernice, in via Baylle 115, ospiteranno F’Art… soprattutto non è arte, una piccola rassegna-contenitore sui generis difficile da ricondurre nello spazio, inevitabilmente limitato, di un’esposizione d'arte.

F’Art prevede infatti due mostre permanenti, ma non solo. Nel corso della settimana ci saranno proiezioni quotidiane di documentari su alcune tra le avanguardie artistiche sorte nel Novecento (dal Surrealismo ai pionieri delle Video arte) e interventi di performing art, musica e video (in scena la compagnia Lucido Sottile [Romina Melis, Ombretta Pisanu, Franco Casu, Cristiana Bosoni; coreografie di Tiziana Troja e Michela Sale Musio], gli attori Stefano Raccis, Angelo Zedda, Niko Muzakas, i musicisti Maurizio Rocca (P), Massimo Atzeni (P), Giorgio Plaisant, i contributi video di Ezra Kochka accompagnati da musiche originali di Simone Cantarelli). La compresenza di svariati media comunicativi rende verosimile l’intero programma che si propone di palesare alcuni paradossi e stramberie che circolano nelle gallerie d’arte e ambienti affini. Tutti i contributi, sia i video, sia le performances dal vivo avranno un unico filo conduttore: l’ammissione dell’”umana vanità” cui sono affetti gli operatori artistici - anche i protagonisti dell’amena “parata” si sottoporranno ad autocritica; gli interventi saranno venati da un sottile polemismo nei confronti di uno degli atteggiamenti principali degli artisti (ma anche scrittori o musicisti) contemporanei: quello, cioè, di non voler rinunciare all'aura della genialità e dell'unicità, in cui la cultura romantica li ha relegati. Ad ogni modo l’ironia nei confronti del permanere ancora oggi di un’idea romantica nella concezione dell'artista non giunge mai nel programma di F’ART al sarcasmo e non intende demolire alcuno. Il tutto è architettato per segnalare, e provare a ragionare in maniera leggera, su quali siano le sindromi che si riscontrano, per esempio, nel rito contemplativo delle esposizioni d’arte (ne esistono per tutte le stagioni e gusti). In particolare nelle serate del 23, 24 e 25 giugno si rifletterà sul nuovo ruolo degli “spacciatori d'arte”, i quali riescono ad essere fantasiosi quasi quanto gli artisti nell'inventarsi ogni sorta di mostre. Inoltre in una comunità dove tutti sono artisti manca uno dei requisiti essenziali: il pubblico. Si tenterà, dunque, con stratagemmi non-sense, di compilare un decalogo per soccorrere proprio gli spettatori nella loro opera di contemplazione.

Ad ogni modo anche in questo contesto, come accennato, le arti visive fanno da sfondo alle live-art, il tutto allestito in tono polemista ma cordiale dal nutrito gruppo di giovani che hanno aderito all’iniziativa dei F’Artisti. Tuttavia l’allestimento si differenzierà dalle classiche esposizioni d’arte in quanto non saranno protagonisti i quadri, bensì un buon numero di taccuini Moleskine, il cui supporto cartaceo diventa testimone del processo creativo attraverso foto, disegni, appunti, oggetti, schizzi preparatori e altro.

Sketchbook Mania: Moleskine dal mondo, dunque, una collettiva di respiro internazionale curata dall’illustratrice Giorgia Atzeni e allestita al piano terra della Galleria, vede riuniti un buon numero di illustratori, grafic-designer e fotografi, provenienti da varie parti del mondo: Albin Christen (Losanna); Lori Joy Smith (Vancouver - British Columbia - Canada); Chiara Dattola (Varese - MI); Paolo Deandrea (Agrate Conturbia, Novara); Valeria Brancaforte (Milanese, vive a Barcellona); Stefania Garuti (Bologna); Matthew Lee (Londra); Amanda Walujo (nata a Jakarta di origine Chinese-Indonesian, vive a New York); Darcy Muenchrath  (Toronto); Malmostosa & Mad (Torino); Oscar Julve (Barcellona); Alberto Ruggieri (Roma); Matthew Curry (Washington DC); Jess Wilks (San Francisco, California); David Miller (Los Angeles, lavora a New York); Luca Merendi (Milano); Tacaco Matsuoca (Osaka city, Japan); Penelope Dullaghan (Indianapolis Indiana) oltre ad alcuni operanti nella nostra città: Eva Rasano, Paolo Carta, Ignazio Fulghesu, Giorgio Plaisant, Giorgia Atzeni, Francesco Sogos, Simone Cantarelli, Vinicio Tedde. Chiamati ciascuno ad intervenire su un taccuino Moleskine i 26 giovani artefici, attivi nel campo della pubblicistica editoriale estera e nazionale, aderiscono ad un tipo di esperienza collettiva e di scambio senza barriere linguistiche e/o culturali. (leggi presentazione allegata).

Contemporaneamente sarà aperta al pubblico la sezione Mostre e…mostri, una mini-esposizione di scanner-grafica, a cura di Ezra Kochka e Giorgio Plaisant. Allestita al primo piano, con la collaborazione di Gianni Atzeni, si propone come una sottile contestazione al pullulare di esposizioni d’arte in un’epoca, la nostra, ormai satura di nomi, immagini ed icone pop. Morale: per la società di massa c'è una massa di opere a disposizione. Stabilito che le mostre sono il prèt-a-portèr della creazione nella società di massa, permane il grande problema sul come affrontare il mostrificio che ci circonda. Il sogno dell’arte che, dunque, genera mostre e “mostri” ci porta ad immaginare tali orribili e inquietanti creature.

Viene così a istituirsi il classico connubio fra esposizione e azione performativa - ma in parte anche informativa e di documentazione storica di eventi artistici significativi – quasi una sorta di collage multisensoriale “provocatorio”.

Sia il vernissage, fissato per sabato 18 giugno alle 18.30, sia le perfomances del fine settimana, fissate per le ore 21.15, andranno in diretta su internet sul sito www.arcivernice.com per dare la possibilità anche agli utenti più lontani di assistere on line ai “lavori in corso”.

 

 

 

SKETCHBOOK MANIA: Moleskine dal mondo

 A cura di Giorgia Atzeni

 

"Losing my passport was the least of my worries;
losing a notebook was a catastrophe."

Bruce Chatwin

 

 

 

Sacco in spalla, un taccuino consumato in tasca, sguardo sempre avanti ed un biglietto singolo di sola andata. Ecco l’immagine del perfetto globe-trotter.

D’altra parte il pittore (ma anche lo scrittore, il poeta o il musicista) cos’altro è se non un viandante, un vagabondo che si aggira senza meta in un mondo evanescente di idee colorate, di pensieri impalpabili e intuizioni astratte? E dove si materializzano queste fantasticherie? Molto spesso vengono tradotte in segni, trasposte su carta o più spesso fermate su piccoli sketchbooks intonsi, che ben presto si trasformano in veri e propri contenitori di opere d’arte.

C’è un universo segretissimo nei libretti d’appunti dei creativi e degli artisti, strani esseri che si aggirano per le vie del pianeta terra e inseguono "un altro modo di vedere le cose" nel tentativo di rendere visibile l'invisibile; i loro notebooks, forieri di rappresentazioni mentali bizzarre, si compongono di annotazioni disordinate, di pagine pasticciate, impronte di stile e magie d'inchiostro, di prove di colore, di schizzi, germogli nascosti della fantasia.

Il progetto Sketchbook Mania è concepito come un breve viaggio tra le pagine di alcuni libretti originali, intesi come supporto-testimone di quel processo che traghetta le idee, concezioni astratte nell’intelletto dell’artefice, fino a compimento. Si tratta di un’occasione per curiosare o sbirciare, camminare in silenzio nell'anima di un artista: così, rovistando tra i cassetti segreti di questo o quell’enfant terribile, che suole muoversi con disinvoltura tra penne e pennelli, si ha la percezione di quale sia la praxis poetica quotidiana e il suo processo mentale.

Il genere dello sketchbook o taccuino d’artista trova senz’altro il suo ideale precursore in Robert Filliou (Sauve 1926-Parigi 1986), artista del gruppo Fluxus e teorico della comunicazione fra operatori artistici, secondo cui, per altro, il collegamento fra poesia e arte visiva è il successo più importante dell'età moderna. Simile l'atteggiamento poetico sul supporto cartaceo del taccuino, quello cioè di documentare quotidianamente il processo di lavoro creativo, i percorsi nascosti della creatività, attraverso foto, disegni, appunti, oggetti, schizzi preparatori e altro.

La buona riuscita del progetto si deve soprattutto all'intelligenza, sensibilità e generosità degli amici “artisti vicini e lontani” che hanno accolto con entusiasmo la proposta di lavorare attorno al tema del moleskine, anonimo custode di una straordinaria tradizione, introvabile da anni, e da qualche tempo nuovo testimone del nomadismo contemporaneo. Il famoso taccuino che lo scrittore-viaggiatore Bruce Chatwin soleva comprava in una cartoleria parigina di rue de l'Ancienne Comédie ad un certo punto - com’è noto agli appassionati del genere - sparì dalla circolazione. 'Le vrai moleskine n'est plus' questo il lapidario annuncio della cartolaia al signor Chatwin, il quale ne aveva ordinati cento prima di partire per l'Australia.

Il respiro internazionale dell'iniziativa, che vede la presenza di un buon numero di artisti-illustratori di origine statunitense, canadese, asiatica ed europea, affiancati ad alcuni grafic-designer, fotografi e illustratori nazionali e locali, ci permette di esplorare, attraverso inedite mappe semantiche, culture e linguaggi figurativi eterogenei, che trovano applicazione altrove ma circolano ormai velocemente, soprattutto via web. La libertà concettuale e tecnica lasciata ai partecipanti, ha permesso una eterogeneità di esiti sorprendenti.

 

 

Note sugli ARTISTI coinvolti nel Moleskine Project

 

(Nato nel 1974, illustratore free-lance in Lausanne, Switzerland.
Training as typographer and graphic artist, followed by the perhaps rather accidental recognition of this drawing skills: the discovery of his fabulous comic creatures led to his first commission and then to a studio of his own. Best reference: his internationally recognised design for the world-famous Montreux jazz festival).

 

  • Lori Joy Smith (Free lance illustrator, graduated at Concordia University in  History of Arts, vive a Vancouver - British Columbia –Canada, http://www.lorijoysmith.com)

 

  • Chiara Dattola (Illustratrice free-lance diplomata all’I.E.D di Milano vive e lavora a Varese – MI. Collabora con le riviste 24 Magazine, Top Girl, Gioia, ElleItalia, Vitality, Sole24Ore, Psychologies, Mondodomani (UNICEF); ha pubblicato con Mondatori, Zanichelli e altre case editrici italiane. http://digilander.libero.it/kiar/ )

 

  • Paolo Deandrea (Paolo Deandrea nato a Milano nel 1963, diplomato alla scuola di
    Illustrazione e Fumetto del Castello di Milano nel 1985. Disegna illustrazioni, vignette, strisce, storie a fumetti e animazioni flash per libri, riviste, pubblicità, giornali per ragazzi, siti web. Vive ad Agrate Conturbia, Novara,
    http://www.dpacartoons.it)

 

  • Valeria Brancaforte (Laureata in filologia all’Università di Milano, svolge l’attività di Illustratrice free-lance; attualmente lavora e vive a Barcellona; www.valeriabrancaforte.com; ha collaborato per Parole di cotone T- shirts e Banca Intesa, con le case editrici De Agostini, Linus, Baldini&Castoldi, Mondatori, il Manifesto e altre.)

 

  • Stefania Garuti (Vive a Bologna, http://www.illustratori.it/Staging/Members/sgaruti/Delivery/Public/ArtistHome). Nata a Pieve di Cento (Bo) il 30/ 01/ 1974, nel 1997 consegue il Diploma di Laurea in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna e nel 2001 ottiene l’Abilitazione all’insegnamento di ed. artistica e storia dell’arte. Collabora come illustratrice freelance con enti pubblici e privati; attualmente svolge la professione di docente di ed. artistica.

 

  • Matthew Lee (Illustratore free-lance laureato all’Università di Plymouth. Vive e lavora a Londra. Collabora con Financial Times – revolverart & culture column; The Guarian Orange; The Independent, Don’t Panic Media. www.matt-lee.com)

 

  • Amanda Walujo (Illustratrice e artista nata a Jakarta di origine Chinese-Indonesian, vive a New York. http://amandawalujo.com)

 

 

 

  • Oscar Julve (Illustratore free-lance vive a Barcellona. http://www.oscarjulve.com)

 

  • Eva Rasano (Illustratrice free-lance vive e lavora a Cagliari)

 

  • Paolo Carta (Grafico e Fotografo free-lance, laureato all'Accademia di Belle Arti di Sassari in Grafica d'arte e Web, frequenta il biennio specialistico indirizzo Video Arte e Animazione, vive e lavora tra Cagliari e Sassari, http://matitainvista.altervista.org)

 

 

  • Giorgio Plaisant (Fotografo e graphic-designer  free-lance diplomato all’Accademia di Belle Arti a Sassari, vive a Cagliari)

·         Alberto Ruggieri (diplomato all'accademia di belle arti, dal 1989 lavora come illustratore e pittore. collabora con la Repubblica , l'espresso, avvenimenti, ventiquattro, liberal, panorama economy, e altre testate in italia e all'estero. ha realizzato copertine di libri e illustrato libri per ragazzi con diversi editori. e' docente di illustrazione presso l'istituto europeo di design di Roma Vive a Roma, www.albertoruggieri.net)  

Matthew Curry (Illustratore e Graphic-designer di Washington DC , http://NinjaCruise.com)

 

 

 

    • David Miller (Illustratore free-lance: ha realizzato illustrazioni for Milan Kundera's book covers for the European paperback market. His work is frequently seen in The New York Times, The New Yorker, Rolling Stone, Newsweek, GQ, and Penthouse, and his submissions make their way yearly into Communication Arts illustration annual and American Illustration. In 2002 he was awarded the Silver Medal from the Society of Illustrators in New York for their 54th annual competition in the advertising category.
      Attualmente vive Los Angeles, lavora a New York,
      www.millergrafika.com)

 

 

  • Giorgia Atzeni (illustratrice free-lance vive e lavora a Cagliari. Specialista in Storia dell'Arte Moderna e Dottoranda in Letterature Comparate, ha collaborato con la Libreria Tuttestorie e la provincia di Cagliari, Salani editore. sarà ospite a Gavoi, Isola delle storie 2005, con la personale Girls. www.giorgiatzeni.com; www.thejobook.com)

 

  • Francesco Sogos (Art Director, Graphic e web-designer. Vive e lavora a Cagliari Nato a Macomer (NU) il 13 Agosto 1970, da 15 anni é titolare di uno studio di comunicazione visiva. Ha lavorato per: Comune di Cagliari, Energit, Regione Autonoma della Sardegna, Tiscali, Videoline, Video On Line, Università di Cagliari, Università di Sassari. Nel 2003 é entrato in Tiscali per occuparsi della progettazione grafica dei siti web del network. E' socio dell'Aiap, Associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva. www.sogos.it)

 

  • Malmostosa & Mad (Illustratrice e poetessa di Torino)

 

 

  • Vinicio Tedde (illustratore free-lance vive e lavora a Cagliari)

 

  • Luca Merendi (Illustratore e web-designer free-lance. Vive e lavora a Milano)

 

 

 

 

 

 

 


 

 


 

 


 

 

 


 

Il materiale di questo sito è vincolato alla legge sul copyright. E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e della grafica in esso contenuti.

logo:siticagliari.it

webmaster: Angius Andrea - Cagliari - Posta elettronica: andrea.angi@tiscalinet.it